Formazione


L’area Educazione di Legambiente Lombardia inoltre collabora con enti, università, istituzioni e altre associazioni in programmi di educazione ambientale. Progetta, organizza e gestisce corsi di educazione ambientale, attività didattiche e formative, corsi di aggiornamento e formazione per docenti e insegnanti, corsi di formazione per professionisti di vari settori. L’attività educativa è realizzata collegando ricerca ed esperienza, relazione e approccio alla realtà. Legambiente è soprattutto interessata a elaborare documentazione e predisposizione di materiali di formazione per gli educatori, divulgazione delle buone pratiche e dei progetti che si realizzano sul territorio, promozione di iniziative che mettano giovani ed adulti di fronte alla reale possibilità di scelta, alla responsabilità diretta e in prima persona, alla creazione di conoscenza e alla promozione di processi di carattere culturale. Vengono periodicamente pubblicati dossier, opuscoli di educazione ambientale, inserti per riviste e giornali, materiali didattici.

 

 

Appuntamenti formativi:

 

Ecco il programma che verrà integrato successivamente con nuovi appuntamenti per il 2015

1) 1-2 novembre, assemblea nazionale dei circoli (Rispescia - GR): seminario Curare  il capitale umano: il valore educativo e formativo delle esperienze associative e del volontariato

A questo sarà dedicata una delle sessioni dell'assemblea dei circoli, in cui insieme torneremo a confrontarci su cosa significa educare e formare oggi e sul ruolo che le organizzazioni della società civile, ma in particolare Legambiente, può avere per promuovere formazione alla cittadinanza e partecipazione, per generare conoscenza e coesione. Il confronto sarà di natura sostanzialmente politica e avrà al centro anche un ragionamento sulla figura dell'educatore legambientino.

Riconosciute 4 ore

 

2) novembre (Roma), data ancora da definire Seminario di presentazione Rapporto Ecosistema Scuola 2014, con gruppi di lavoro su edifici, spazi e relazioni per la scuola del futuro

L'iniziativa verrà fatta entro il 15 novembre, al fine di farla rientrare all'interno della consultazioni aperte dal governo intorno al documento La buona scuola. Il contributo che possiamo dare come Legambiente, infatti, si articola intorno ad un ragionamento che vede l'edificio scolastico nel suo complesso: luogo fisico, a basse emissioni e gestito in maniera sostenibile, ambiente educativo che oggi deve rispondere a nuovi bisogni e deve cambiare nel senso dell'innovazione didattico-metodologica, spazio sociale, che si apre ed interagisce con il territorio.
Cercheremo di rendere protagoniste le scuole che con noi lavorano, dalla Rete Ecogeneration alle Scuole sostenibili. Al termine dei lavori che si articoleranno in una giornata, verranno proposte delle azioni concrete da inserire dentro alla consultazione sopra citata.

riconosciute 5 ore

 

3) Corsi introduttivi per la progettazione e conduzione di percorsi di educazione alla cittadinanza.

14 -15 novembre Sasso di Castalda (PZ)

13 -14 dicembre Firenze

Aprile (date da definire) a Primalpe - Canzo (CO)

Seguendo la metodologia di rendere la formazione più prossima ai territori inaugurata lo scorso anno con i seminari sul lavoro per competenze, quest'anno intendiamo rivolgerci a coloro che intendono praticare in maniera più strutturata e consapevole il lavoro educativo sui territori, consolidando la i propri strumenti e la propria consapevolezza professionale. I corsi dislocati a nord, centro e sud, vogliono anche essere aperti a coloro che operano nei circoli e necessitano di una esperienza introduttiva alla professione di educatore, in modo che possiamo arrivare a confrontarci con altri soggetti associativi ancora non in rete con noi e la nostra elaborazione culturale e pratica professionale.

riconosciute 12 ore

 

4) Da novembre saranno aperte le iscrizioni al corso di approfondimento sulle competenze, in modalità FAD, rivolto agli educatori che intendono sperimentare il percorso Viaggio nella Bellezza

Per dare prosieguo con sperimentazioni concrete da attivare con il mondo della scuola, al lavoro avviato intorno alle competenze di cittadinanza per l'apprendimento permanente, diamo gambe a quanto proposto dai percorsi educativi di quest'anno.

L'obiettivo infatti, è quello di costruire dei laboratori alimentati e tutorati attraverso una piattaforma Fad che vede confrontarsi, co-progettare e co-costruire percorsi educativi per l'acquisizione di competenze di cittadinanza, educatori del non formale ed insegnanti. Il percorso potrà essere svolto durante l'intero anno scolastico ed è riconosciuto con 15 ore di credito