Ragnatela


RAGNATELA - TESSITURA ECOLOGICA DI AREE NATURALI DELL’ALTA VALLE DEL LAMBRO

Il progetto permetterà di potenziare uno dei corridoi primari della Rete Ecologica Regionale con l’obiettivo di incrementare il movimento e diminuire la dispersione delle specie che trovano, lungo l’asta del fiume brianzolo, un percorso preferenziale.

Una rete di collegamenti multipli per migliorare e valorizzare la biodiversità al fine di realizzare una connessione ecologica, che si integra con le indicazioni della Rete Ecologica Regionale (RER). Il nome scelto per il progetto, «Ragnatela», vuole sottolineare la creazione di una vera e propria tessitura ecologica di aree naturali dell’alta valle del Lambro, potenziandone nei fatti quella già esistente.

Il Fiume Lambro costituisce uno dei corridoi primari della Rete Ecologica Regionale: è quindi un’importante via per il movimento e la dispersione delle specie, che trovano lungo l’asta del fiume un cammino preferenziale rispetto al resto del territorio, generalmente sfavorevole alla vita selvatica. A fare da corona al tratto settentrionale del Lambro sono una serie di aree protette ad alto livello di biodiversità che possono funzionare da esportatori di specie: l’area del Triangolo Lariano, la riserva Valle Bova, il lago del Segrino, il lago di Alserio, il lago di Pusiano, i piani d’Erba.

Il progetto ha avuto un cofinanziamento dalla Fondazione Cariplo e vede il Parco Valle Lambro come capofila affiancato da Legambiente Lombardia e le amministrazioni comunali di Erba e Eupillio oltre al PLIS del Lago del Segrino e al coinvolgimento in veste di finanziatore dell'Autorità di Bacino del Lario e dei Laghi Minori. Nello specifico il progetto vedrà coinvolti territori dei Comuni di Erba, Alserio, Merone, Eupilio.

SCOPRI LE AZIONI DEL PROGETTO!

Files

Pubblicato il10 settembre 2014