Campus


CAMPUS: la tutela e valorizzazione della aree agricole quale elemento di connessione tra il PLIS del Lura e il Parco delle Groane

DESCRIZIONE

CAMPUS è un corridoio individuato nell'area compresa tra il Parco Regionale delle Groane e il PLIS del Lura - entrambi elementi della Rete Ecologica Regionale. Mettere in connessione questi due parchi è strategico per la biodiversità poiché il corridoio attraversa un settore soggetto a un forte consumo di suolo agricolo, che verrà ulteriormente frammentato a causa della realizzazione dell'autostrada Pedemontana (e delle opere connesse). La vocazione prevalentemente agricola del territorio permette la pianificazione di interventi a contenuto costo economico ed alto valore aggiunto ambientale, compatibili con le produzioni agricole esistenti: impianto di siepi e filari, miglioramento naturalistico dei seminativi, gestione di prati stabili, rinaturazioni associate alle aziende, ecc. L’area individuata interessa, da sud a nord, i comuni di: Cesate, Caronno Pertusella, Solaro, Saronno, Ceriano Laghetto, Cogliate, Rovello Porro, Misinto, Rovellasca, Lazzate, Bregnano, Cermenate, Lentate sul Seveso.

 

OBIETTIVI

Il progetto punta a studiare la fattibilità di interventi che in ambito rurale possano contribuire allo sviluppo delle connessioni ecologiche tra il PLIS del Lura e il Parco delle Groane, in accordo con le azioni previste dalla nuova PAC; inoltre mira a individuare opere compensative delle future infrastrutture per mantenere e deframmentare i varchi ecologici esistenti. Si intende progettare interventi fattibili dal punto di vista tecnico, politico-sociale, giuridico-amministrativo ed economico-finanziario. Si coinvolgeranno gli amministratori e gli agricoltori in una progettazione partecipata, anche sfruttando gli strumenti e le opportunità offerte dalla rete della Custodia del Territorio. L'obiettivo generale è quello di mettere in connessione i parchi del Lura e delle Groane garantendo il passaggio di biodiversità nelle aree fortemente antropizzate a cavallo tra le province di Como, Varese e Milano.

 

STRATEGIA

Il progetto si articola in quattro azioni: 1. Studio analitico conoscitivo; 2. Progettazione e valutazione fattibilità degli interventi; 3. Partecipazione e divulgazione; 4. Coordinamento dello studio e valutazione risultati. Gli interventi saranno individuati cercando di valorizzare i ruoli e le funzioni ecosistemiche dell’agricoltura e trovando un raccordo con il nuovo Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020. Inoltre le ipotesi di realizzazione saranno verificate in base alle compatibilità pianificatorie esistenti, attraverso un percorso partecipato orientato alla condivisione delle ipotesi progettuali tra gli attori istituzionali e i proprietari terrieri coinvolti.

 

RISULTATI ATTESI

Lo studio di fattibilità fornirà le conoscenze tecnico-scientifiche, gli strumenti giuridico-amministrativi e le basi politico-sociali per realizzare corridoi di connessione nelle aree agricole comprese tra il PLIS del Lura e il Parco delle Groane. Lo studio individuerà precisi interventi volti alla realizzazione del corridoio agro-ecologico “CAMPUS”, dopo aver valutato le opportunità di connessione, la compatibilità con gli strumenti pianificatori vigenti e la disponibilità delle aree. Laddove le pratiche colturali intensive costituiscano una potenziale sorgente di criticità per la rete ecologica, verranno individuate idonee pratiche di mitigazione e limitazione dell'impatto ambientale, ripristinando le funzioni ecologiche e paesistiche dell’agricoltura a supporto del territorio.

 

COMUNICAZIONE

Lo studio sarà accompagnato da una serie di attività volte alla promozione del progetto, al coinvolgimento dei portatori di interesse locali e alla diffusione dei risultati. In una prima fase verranno organizzati tavoli tecnici in cui verranno esposte e valutate le opportunità, le minacce, i punti di forza e debolezza nell'individuazione del corridoio agro-ecologico “Campus”. Questa fase sarà preparatoria allo studio progettuale, e ristretta ai principali stakeholders (amministratori, tecnici comunali, progettisti, associazioni di agricoltori, associazioni ambientaliste, ecc). La seconda fase, aperta a tutta la cittadinanza, sarà realizzata tramite corsi di aggiornamento per gli agricoltori, incontri pubblici, visite guidate, iniziative di volontariato e uscite didattiche. Il progetto di connessione ecologica verrà comunicato sui media tradizionali (giornali, televisioni locali) e sui social network, sfruttando la rete dei circoli di Legambiente e dei Custodi del Territorio.

 

CRONOGRAMMA PROGETTO

Dal dicembre 2014 a 30 settembre 2016 (22 mesi)

 

PARTNER

1. Agenzia InnovA21 (capofila)
2. Legambiente Lombardia
3. Parco delle Groane
4. Fondazione Lombardia per l'Ambiente
5. Comune di Saronno

Pubblicato il20 febbraio 2015