Progetto europeo Life-MED: esempio virtuoso di economia circolare


In tre anni di lavoro sono state donate 680 attrezzature mediche ed è stata evitata la produzione di 45 tonnellate di rifiuti

Life-Med Medical Equipment Discarded, il progetto europeo finalizzato alla riduzione di rifiuti da attrezzature mediche e RAEE, dopo tre anni di lavoro, giunge al termine.

Attraverso il riutilizzo delle apparecchiature usate e dismesse, in tre anni sono state recuperate 686 tra strumentazioni mediche, ausili, arredi sanitari e attrezzature ad uso domestico e hanno permesso di evitare la produzione di 45 tonnellate di rifiuti nonché di smaltire 120 tonnellate di materiali potenzialmente pericolosi per la salute e l'ambiente.

Il progetto è nato grazie all'iniziativa e alla collaborazione di Cantiere Autolimitazione (CAUTO), Legambiente Lombardia, Medicus Mundi Attrezzature (MEMUA), la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Brescia e il partner Ateliere Fara Frontiere (AFF) che hanno individuato 80 beneficiari in tutta Europa tra cliniche, istituti medici e privati.

Il progetto Life-MED, esempio virtuoso di economia circolare, si è reso protagonista anche dell'avvio di un iter parlamentare per stilare una normativa sulla gestione dei RAEE medicali. 

 

Files

Pubblicato il03 luglio 2017