Più efficenza e meno emissioni: riscaldare senza inquinare si può


Con Aiel a Milano per presentare Aria Pulita, la certificazione per stufe a pellet e caminetti a legna

È partito oggi e proseguirà fino al 5 febbraio, in Darsena a Milano (lato viale Gorizia) il road tour nazionale di Aria Pulita, la certificazione volontaria di qualità delle prestazioni ambientali di stufe, inserti e caldaie a biomassa legnosa promossa da Aiel, Associazione italiana energie agroforestali. 

Riscaldare con meno emissioni e più rendimento energetico è possibile: ma come? E come accedere al Conto Termico e agli altri incentivi? Per rispondere a domande come queste, aiutando i consumatori italiani a scegliere gli apparecchi di riscaldamento in base alle prestazioni ambientali, è nata la certificazione che classifica i prodotti a legna e pellet con una valutazione da 2 a 4 stelle.

Il road tour organizzato da Aiel vuole dare ai cittadini e alle istituzioni le informazioni utili a riscaldare riducendo il livello di emissioni, grazie alla trasparenza dei prodotti sul mercato e alla conseguente consapevolezza del consumatore che acquista stufe, inserti e caldaie.

La prima tappa non poteva che essere nel capoluogo lombardo: le Stelle di Aria Pulita sposano infatti perfettamente lo spirito della classificazione dei generatori di calore proposta nella DGR 5656/2016 di recente emanata dalla Regione Lombardia. Primo marchio di qualità volontario progettato per facilitare le scelte dei consumatori, Aria Pulita trova concreta applicazione nel Protocollo d’intesa sottoscritto da Regione Lombardia e ANCI Lombardia, a cui hanno già aderito 103 Comuni. Il protocollo ha l’obiettivo di una gestione comunale coordinata del superamento dei limiti di legge delle polveri sottili.
Guarda il video con le interviste:

See video
/>  

 

 

 

 

Pubblicato il03 febbraio 2017