Legambiente a Fa' la cosa giusta! dal 10 al 12 marzo


Cittadinanza attiva, riciclo dei rifiuti, turismo sostenibile, salvaguardia del territorio i temi proposti per l'edizione 2017 della fiera del consumo consapevole e degli stili di vita sostenibili Saremo al padiglione 3 di Fiera Milano City (fermata MM Portello) allo stand in posizione SE08 nella sezione servizi alla sostenibilità  

Legambiente sarà presente all’edizione 2017 di Fa la Cosa Giusta! in programma da venerdì 10 a domenica 12 marzo a Fieramilanocity. Quest’anno i temi approfonditi dall’associazione spaziano dal riciclo dei rifiuti alle attività di volontariato ambientale, dalla lotta all’inquinamento atmosferico, dalla tutela del suolo all’efficienza energetica. Nello stand di Legambiente i visitatori potranno trovare tante proposte per prendere parte attivamente alle campagne associative e consigli pratici per migliorare i propri stili di vita.

Il focus centrale sul quale accende i riflettori il Cigno Verde è la tutela del territorio, attraverso risparmio di risorse, lotta all’inquinamento e scelte consapevoli di consumo.

“Siamo felici di partecipare ad una fiera che di anno in anno è cresciuta offrendo percorsi attenti alla sostenibilità ambientale e consigli per ridurre il proprio impatto ecologico – dichiara Barbara Meggetto, presidente di Legambiente LombardiaC’è molta Europa nel percorso proposto quest’anno dall’associazione, dai programmi europei per l’ambiente alla petizione europea per una legge a tutela del suolo, perché crediamo che la condivisione di buone pratiche a livello internazionale sia un’importante fonte di arricchimento e di conoscenza nell’ottica di un risparmio di risorse e di una salvaguardia del territorio in cui viviamo”.

Risparmio energetico e gestione efficiente dei rifiuti: l’Europa insegna

Le città sono i luoghi dove viene consumata la maggior parte delle risorse: 2,7 miliardi di tonnellate di materiali vengono gettati via nell'intera Unione Europea ogni anno, 98 milioni dei quali sono pericolosi. Solo il 40% dei rifiuti urbani vengono recuperati e riutilizzati, mentre i restanti finiscono in discarica o in inceneritori. Negli ultimi 20 anni la produzione di spazzatura pro capite in Europa è cresciuta del 15% nonostante campagne di sensibilizzazione. Legambiente presenta il progetto Waste4Think, un bando Horizon2020 di finanziamento nell’ambito del Programma quadro europeo per ricerca e innovazione, al quale prende parte in collaborazione con Agenzia Innova21, il Comune di Seveso, le società Ars Ambiente e Softline, insieme ad altri 18 membri europei guidati dagli spagnoli di Fundacion Deusto di Bilbao. L'obiettivo di proporre un nuovo modello per ridurre la produzione dei rifiuti e aumentare il risparmio economico, nella direzione di creare un'economia circolare. In Italia l’esempio virtuoso sostenuto dal progetto è la tariffa puntuale adottata dal Comune di Seveso.
C’è una particolare categoria di rifiuti la cui gestione è problematica: i materiali elettronici. Tonnellate di preziosi componenti riutilizzabili divengono spazzatura perché non correttamente conferiti. In Europa sono stati censiti 11 mila ospedali, 68 mila presidi sanitari e 55 mila presidi sanitari per animali, che producono rifiuti, quantitativamente significativi e con una certa complessità. Ad oggi mancano procedure standard per la gestione di rifiuti provenienti dalla dismissione di attrezzature mediche da parte delle strutture sanitarie. A questo si aggiunge una carente prevenzione della produzione di rifiuti e uno scarso riutilizzo delle attrezzature dismesse spesso ancora funzionanti. Grazie alla collaborazione di Cantiere Autolimitazione (CAUTO), Legambiente Lombardia, Medicus Mundi Attrezzature (MEMUA), la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Brescia e il partner rumeno Ateliere Fara Frontiere (AFF) è stato realizzato il progetto europeo Life-MED- Medical Equipment Discarded: un nuovo sistema integrato per ridurre i rifiuti da attrezzature mediche e RAEE, riqualificando e riutilizzando le strumentazioni mediche usate dismesse. L’obiettivo è quello di rendere minima la quota di rifiuti derivante dalla dismissione di attrezzature mediche, massimizzandone il riutilizzo e la rigenerazione, nell’ottica di creare un’economia circolare nel settore ospedaliero.

L’Europa mette a disposizione finanziamenti anche nel settore energetico. Milano, Londra, Lisbona: tre metropoli che puntano all’energia (quasi) zero, affiancate da Bordeaux, Burgas e Varsavia che replicheranno i modelli proposti dalle città a guida. Legambiente affianca il Comune di Milano nel progetto europeo Sharing cities nel quadro del programma Horizon 2020 di ricerca e innovazione (2014- 2020) per rispondere ad alcune delle principali sfide ambientali: come abbattere le emissioni di carbonio di edifici e mezzi di trasporto e come migliorare la qualità dell’aria. Il progetto ha ricevuto un contributo europeo complessivo di 25 milioni di euro, di cui circa 2,1 milioni destinati ai progetti di efficientamento promossi dal Comune di Milano e per attività di coinvolgimento dei cittadini per la co-creazione di servizi di condivisione a integrazione del quartiere.

People4Soil: la petizione europea a tutela del suolo

In 50 anni in Europa è stata cementificata un’area agricola estesa come l’intera Ungheria, mentre la popolazione europea è sempre più dipendente dalle importazioni di prodotti agroalimentari. Senza proteggere il suolo sarà impossibile produrre cibo salutare, fermare la perdita di biodiversità, mitigare il riscaldamento globale, adattarsi ai cambiamenti climatici ed evitare disastri ambientali. Il suolo è una risorsa vitale, ma limitata e non rinnovabile. Servono un milione di firme per fermare il consumo di suolo, contrastarne il degrado e le contaminazioni: minacce che hanno effetti diretti sulla nostra vita, alimentazione e salute. È l'obiettivo dell’Iniziativa dei Cittadini Europei “People4soil”: una petizione per ottenere una legislazione specifica per tutelare il suolo a beneficio delle generazioni presenti e future. Legambiente, ACLI, Coldiretti, FAI, INU, Lipu, Slow Food e WWF insieme a 400 associazioni europee si sono unite nella campagna #salvailsuolo per promuovere la raccolta firme. Si può firmare anche su www.salvailsuolo.it

Per tutta la durata di Fa la Cosa Giusta saranno presenti i volontari di Legambiente per raccogliere le firme dei presenti e fornire informazioni. Ogni giorno alle 12 appuntamento #salvailsuolo presso lo stand di Legambiente con un aperitivo a base di prodotti del territorio.

La tutela del suolo passa anche attraverso il sostegno e la promozione di un’agricoltura sostenibile. Sabato 11 lo stand di Legambiente ospiterà l’incontro dal titolo “Dai prodotti biologici al nuovo rapporto con il consumatore: l’agricoltura di qualità nella grande distribuzione organizzata”. Saranno presenti rappresentanti della Gdo, di Legambiente, di Federbio e alcune testimonianze di agricoltori biologici. Questo incontro fa parte degli appuntamenti del progetto europeo imPACt, una campagna d’informazione e comunicazione sulla nuova PAC che incentra le sue azioni sulle misure del greening, sull’agricoltura sostenibile, sulla sana alimentazione e sulle pratiche del biologico. Sarà dunque lo spazio ideale per presentare ai presenti il Protocollo stipulato tra Conad e Legambiente e al termine dell’incontro sarà offerto un assaggio di prodotti bio del marchio Natura Conad.

Cittadinanza attiva e proposte di volontariato

Trascorrere una vacanza nelle strutture immerse nel verde  gestite da Legambiente significa vivere la natura in maniera più consapevole, imparare a mangiare in modo sano, conoscere e preservare le risorse che l’ambiente ci offre, condividendo momenti di svago e avventura con tanti nuovi amici. Un’occasione per imparare a riconoscere piante e animali, rispettare l’ecosistema e divertirsi, grazie ad educatori ed esperti che organizzano numerose attività stimolanti e originali all'insegna del gioco. I Campi di Volontariato per ragazzi e adulti rappresentano un’opportunità unica di conoscenza, aggregazione, interscambio culturale e crescita personale. Ogni anno, infatti, si contano oltre 100 tra educatori e volontari provenienti da tutto il mondo.

Legambiente propone anche percorsi di volontariato nelle campagne associative, attività di alternanza scuola-lavoro per gli studenti e opportunità di lavoro grazie al Servizio Civile Nazionale per gli under 28.

Partecipazione è anche presa di coscienza che l’azione del singolo può avere implicazioni per molti. Da settimane viviamo in emergenza smog. Servono misure strutturali da parte delle Istituzioni per combattere l'inquinamento dell'aria, ma anche i cittadini nel loro piccolo possono fare la differenza per inquinare meno. Se è vero che il traffico resta il protagonista indiscusso delle emissioni inquinanti e in particolare i diesel sono la fonte principale di polveri sottili, non bisogna dimenticare che anche le emissioni da riscaldamento possono arrivare a diventare la fonte prevalente sia di pm10 che di biossido d'azoto, concentrate soprattutto nel periodo invernale. Bastano piccoli accorgimenti per diminuire le emissioni e al contempo gli sprechi. Ne parleremo venerdì alle 16 con Annalisa Paniz di Aiel, Associazione Italiana Energie Agroforestali, per presentare Aria Pulita, il sistema di certificazione per stufe e caminetti a biomassa legnosa. I visitatori di Fa la Cosa Giusta potranno ricevere interessanti consigli per ridurre il proprio impatto ambientale, a partire dalle proprie case.

Legambiente promuove anche la condivisione di spazi ed esperienze. È l’esempio degli Orti di via Padova, nati nel 2013, tra via Esterle e via Petrazzone a Milano, in una zona che era adibita a deposito dei mezzi della vicina ATM prima e a discarica incustodita poi. L'area è stata completamente bonificata e recuperata per dare vita ad un sistema di coltivazione in cassoni di legno, gestito dal circolo milanese di Legambiente che ha messo in rete diverse realtà sociali e di volontariato del territorio, coinvolgendo gli abitanti del quartiere. In pochi mesi gli orti condivisi hanno cominciato a dare i loro frutti e oggi vengono coltivati frutta, verdura, erbe aromatiche, si produce compost bio e sono presenti alcune arnie per il miele millefiori.

 

PROGRAMMA COMPLETO DEGLI EVENTI

VENERDI’ 10 MARZO

10.30 Europa-Ambiente. Presentazione del progetto europeo Waste4Think: dalla raccolta differenziata alla tariffa puntuale

12:00 #salvailsuolo - Legambiente presenta la campagna europea People4Soil: una petizione che coinvolge 400 associazioni in tutta Europa per promuovere una legge europea di tutela del suolo

14.30 Campi di volontariato, servizio civile e campagne associative: un mare di opportunità nel settore ambientale

16.00 Cittadinanza attiva. Mal’Aria in Lombardia: siamo in emergenza smog. Cosa possiamo fare per respirare meglio, inquinare meno e ridurre il nostro impatto ambientale

SABATO 11 MARZO

10.30 Europa-Ambiente. Presentazione del progetto europeo Life-Med sul recupero e riutilizzo delle apparecchiature elettroniche ospedaliere, per creare un'economia circolare nel settore delle attrezzature medicali

12:00 #salvailsuolo - Il ruolo dell'agricoltura e delle aree protette per salvare il suolo dalla contaminazione e dal degrado
14.00 Dai prodotti biologici al nuovo rapporto con il consumatore: l’agricoltura di qualità nella grande distribuzione organizzata

16.00 Cittadinanza attiva. "Una buona politica per riparare il mondo: la visione europea di Alex Langer". Marzio Marzorati presenta il libro dedicato alla figura del politico, pacifista, scrittore e leader del movimento verde europeo

DOMENICA 12 MARZO

10.30 Europa-Ambiente. Presentazione del progetto europeo Sharing Cities: la creazione di un quartiere a energia (quasi) zero nell’are di Porta Romana e Vettabbia a Milano

12:00 #salvailsuolo - Infrastrutture verdi e infrastrutture autostradali: una contraddizione tutta lombarda. Si parlerà di protezione del terreno dalle minacce legate alla cementificazione nell'ambito della campagna europea People4Soil

14.30 Convivenza e accoglienza in Legambiente. Presentazione delle attività dei centri di educazione ambientale, delle case natura e degli eventi nell'ambito di Festambiente Laghi e Festambiente Foreste 2017

16.00 Cittadinanza attiva. Cura della città: l’esperienza positiva degli Orti condivisi di via Padova a Milano. Un'area degradata che è stata recuperata e che oggi ha cominciato a dare i suoi frutti, non solo in termini di prodotti agricoli, ma anche di relazioni sociali nel quartiere

Files

Pubblicato il01 marzo 2017