BreBeMi


Legambiente: “Chiediamo lo stop do tutti i cantieri e controlli a tappeto lungo il tracciato dell'opera”

“Chiediamo un piano straordinario immediato di controlli approfonditi e dettagliati lungo l'intera infrastruttura BreBeMi, in attesa che si faccia chiarezza su tutti gli aspetti della vicenda che ha visto il sequestro di due cantieri dell'opera”. Insiste così Legambiente Lombardia in merito alla vicenda che questa mattina ha portato all'arresto del vicepresidente del Consiglio della Regione Lombardia, di un dirigente dell'Arpa e di alcuni imprenditori che lavorano nel settore dello smaltimento dei rifiuti speciali. Non è la prima volta che in Lombardia i cantieri di una grande infrastruttura si trasformino nello scenario dove eco-criminali, colletti bianchi, politici e imprenditori fanno affari devastando l'ambiente. “Chiediamo lo stop di tutti i cantieri e controlli a tappeto lungo tutto il tracciato dell'opera – dichiara Sergio Cannavò Responsabile Ambiente e Legalità di Legambiente Lombardia – per scongiurare il rischio di un immenso scempio ambientale fatto di malaffare, corruzione, cemento e rifiuti”.

L'Ufficio stampa Legambiente Lombardia 02 87386480 – 349 1074971

Pubblicato il30 novembre 2011