Seveso


ll torrente Seveso, in lombardo occidentale Sèves, è un fiume italiano lungo 52 chilometri il cui corso si sviluppa interamente nelle provincie di Como, Monza e Brianza e Milano, in Lombardia. Tra Cavallasca e Varedo costituisce il confine occidentale della Brianza.

Il Seveso nasce a Cavallasca, nel comune di San Fermo della Battaglia, sul Monte Sasso, in provincia di Como, in prossimità della frontiera svizzera, a quota 490 m. Ha una lunghezza di 52 chilometri e scorre coperto da Bresso alla confluenza con il Naviglio della Martesana a Milano, per quasi nove chilometri; in questo tratto riceve il torrente Molia. L'attuale "foce" nella Martesana è sotto via Melchiorre Gioia all'altezza di via Giacomo Carissimi. Da porta Nuova, al ponte delle Gabelle, le acque prendono il nome di Cavo Redefossi, il quale termina infine nel Lambro a Melegnano.

Gli straripamenti del Seveso
Il 19 settembre 2010, si è verificata una tra le peggiori piene del torrente (la terza dell'anno), che è costata la chiusura di 3 stazioni della linea metropolitana M3 per per dieci giorni (con allagamenti e detriti fino a 7-8 metri nella fermata "Sondrio"), sospensione di alcune linee di tram e relativi futuri ritardi e ingenti danni nei cantieri della nuova metropolitana M5. In parte, l'allagamento della metropolitana è stato aumentato dalla rottura di una conduttura del diametro di 60 centimetri dell'acquedotto di Milano in viale Zara all'altezza del civico 100, che ha per ore versato acqua nei tunnel dell'M5. La stima iniziale dei danni è di circa 30 milioni di euro.
Le polemiche dopo l'accaduto sono state violente; al centro di esse il mancato completamento del raddoppio della portata dello scolmatore, il ritardo nella creazione delle vasche di laminazione e gli altri interventi utili a mitigare il rischio di straripamento.
 
 

Pubblicato il14 marzo 2016