Giornata di pulizia volontaria oggi in via Rizzoli, decine di quintali i rifiuti rimossi


Puliamo il Mondo continua a Milano con il progetto ReLambro. Un esempio di responsabilità condivisa nel prendersi cura del territorio contro degrado e abusivismo

Nuovo appuntamento oggi a Milano della campagna Puliamo il Mondo dopo il successo dello scorso weekend. La pulizia ha coinvolto l’area degli orti di via Rizzoli, uno degli ambiti prioritari su cui si sviluppa ReLambro, il progetto pluriennale di riconnessione del fiume Lambro alla realtà urbana. L’iniziativa odierna di volontariato civico si inserisce infatti in un percorso di riqualificazione e rinaturalizzazione delle sponde del corso d’acqua e di restituzione ai cittadini di un’area interessata fino ad ora da fenomeni di degrado e di abusivismo.

“Puliamo il Mondo dà visibilità al lavoro che le comunità portano avanti quotidianamente per prendersi cura del proprio territorio – ha spiegato Lorenzo Baio di Legambiente Lombardia -. E’ il caso dell’area di via Rizzoli in cui cittadini e comitati, insieme ad enti e istituzioni promotrici del progetto, anche quest’anno si sono concretamente rimboccati le maniche per migliorare l’ambiente urbano e naturale in cui vivono. Un esempio di responsabilità condivisa e di collaborazione virtuosa tra pubblico e privato”.

L’area è stata ripulita da decine di quintali di rifiuti di ogni genere e provenienza, tra cui anche lavatrici, pneumatici, tapparelle e ingombranti di varia natura e dimensione. All’appuntamento, sostenuto  dal Municipio 3, hanno partecipato i cittadini di via Rizzoli/Civitavecchia, volontari di LegambienteERSAFPolitecnico di MilanoComitato inquilini di Via Rizzoli, con il sostegno tecnico del Comune di Milano e di AMSA. Grande disponibilità hanno manifestato anche i richiedenti asilo ospiti della Croce Rossa Italiana-Comitato di Milano.

“Il Municipio 3 supporta con convinzione questa iniziativa - ha dichiarato Antonella Bruzzese, assessore all’Urbanistica, Verde e Ambiente del Municipio 3 - non solo perché consente di ripulire aree verdi, di renderle nuovamente fruibili dando sostanza al progetto ReLambro, ma anche perché rappresenta un’occasione per consolidare forme di collaborazione tra cittadini, residenti, volontari e istituzioni, per rinsaldare relazioni di vicinato e per promuovere una cultura di cura e di presa in carico condivisa e collettiva del territorio, di cui abbiamo molto bisogno.”

Obiettivo del progetto strategico ReLambro è la rigenerazione delle aree rivierasche del fiume Lambro tra via Rizzoli e via Feltre. Gli interventi, in fase di realizzazione, prevedono la restituzione alla naturalità di ampie aree golenali, il rafforzamento del sistema di siepi e filari e dei canali, la riorganizzazione delle funzioni pubbliche e fruitive in zone oggi a rischio esondazione. Il progetto è reso possibile grazie a un finanziamento di Fondazione Cariplo e alla collaborazione tra ERSAF (Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste), Comune di Milano, Parco Locale di Interesse Sovracomunale della Media Valle Lambro, Dipartimento di Architettura e Studi Urbani (DAStU) del Politecnico di Milano e Legambiente Lombardia.

Pubblicato il06 ottobre 2018