Cittadini Reattivi, nasce la mappa delle "buone azioni"


E’ Online Cittadini Reattivi, l’inchiesta multimediale vincitrice del bando di Fondazione <ahref per l’informazione innovativa che mappa i siti inquinati in Italia e le buone pratiche dei cittadini. In collaborazione con Legambiente

Non solo Ilva. Sono più di 15000 i siti da bonificare in Italia, di cui, potenzialmente, oltre 2000 nella sola Lombardia e 2500 in Campania. Situazioni ereditate da un passato industriale che minacciano la nostra salute e che nel rimpallo di responsabilità delle istituzioni rischiano di diventare  “terreno di coltura” per mafia e criminalità. Da qui il progetto “Cittadini Reattivi”  di Rosy Battaglia vincitrice del bando di Fondazione <ahref per un’inchiesta multimediale ad alto impatto civico. Un grande progetto giornalistico multimediale per conoscere meglio qual è lo stato di inquinamento del nostro territorio, gli interventi necessari per il risanamento, oltre il rischio epidemiologico che corriamo e le possibili alternative sostenibili. Ma non solo, Cittadini Reattivi è anche una campagna web interattiva di crowdmapping: mappare le buone pratiche messe in atto per salvaguardare ambiente, salute e legalità, da cittadini, comitati e amministratori locali re-attivi, in collaborazione con Legambiente, per pretendere acqua, terra e cielo puliti per tutti.

www.cittadinireattivi.it #cittadinireattivi

 

Pubblicato il05 giugno 2013