Agricoltura a rischio: chiediamo al Parlamento europeo di votare no all'uso dei pesticidi


Una nuova minaccia incombe sul futuro della nostra agricoltura: domani il Parlamento europeo voterà un provvedimento che potrebbe vanificare la proposta della Commissione europea di bloccare l’uso dei pesticidi persino nelle aree di interesse ecologico

L’agricoltura è un settore fondamentale per la conservazione dell’ambiente e delle specie viventi nonché della salute di tutti i cittadini europei. La recente campagna #LivingLand di BirdLife Europa ed Eeb (European Environmental Bureau), lanciata in Italia da Associazione Medici per l’ambiente, Aiab, Associazione agricoltura biodinamica, Fai, Federbio, Legambiente, Lipu, Pronatura e Wwf col nome #cambiamoagricoltura, ha raccolto in Europa 260mila firme di cittadini e l’adesione di 600 organizzazioni che chiedevano una Politica agricola che protegga il clima e l’ambiente, che sia equa per agricoltori e consumatori, e che garantisca una produzione di cibo sana e sostenibile. In questi giorni, però, c’è molta preoccupazione tra le associazioni che hanno promosso la campagna perché domani, a Bruxelles, il Parlamento europeo potrebbe bocciare il regolamento predisposto dalla Commissione europea che vieterebbe finalmente l’uso dei pesticidi nelle aree di maggiore interesse ecologico. Abbiamo dunque scritto ai parlamentari italiani affinché il loro voto non respinga il regolamento predisposto dalla Commissione europea così che il divieto di uso dei pesticidi in queste aree “Efa” possa entrare in vigore nel 2018 contribuendo così a un’agricoltura più sostenibile in Europa.

Nelle ultime settimane i cittadini europei hanno dimostrato di avere a cuore la natura, la biodiversità e la salute. In questi giorni stiamo facendo sentire agli europarlamentari la voce di quanti, in Italia, stanno sostenendo l'agricoltura e il cibo sano.

Firma anche tu su cambiamoagricoltura.it e sui social ritwitta e condivide per spargere la voce!

Pubblicato il13 giugno 2017