#iorestosano! Fare bene a se stessi e al pianeta con l'alimentazione e la spesa


#iorestosano – Farebene a se stessi e al pianeta con l’alimentazione e la spesa è il progetto di Legambiente Lombardia dedicato a come mangiamo: schede sugli alimenti, le loro proprietà, i nutrienti, perché ci fanno bene. E come sceglierli in modo da fare bene anche al pianeta, con alcuni consigli su come “leggere l’etichetta” e fare la spesa in modo sempre più sostenibile. Stiamo collaborando anche con cuochi specializzati, per avere ricette da proporre che rispettino queste regole, lasciando intatti sostenibilità, proprietà nutrienti e… gusto!

#iorestosano – Farebene a se stessi e al pianeta con l’alimentazione e la spesa è il progetto di Legambiente Lombardia dedicato a come mangiamo: schede sugli alimenti, le loro proprietà, i nutrienti, perché ci fanno bene. E come sceglierli in modo da fare bene anche al pianeta, con alcuni consigli su come “leggere l’etichetta” e fare la spesa in modo sempre più sostenibile. Stiamo collaborando anche con cuochi specializzati, per avere ricette da proporre che rispettino queste regole, lasciando intatti sostenibilità, proprietà nutrienti e… gusto!

#iorestosano è un’idea nata dalla quarantena: a giudicare dalle foto sui social, il cibo e la cucina sono state il centro delle giornate di molti. Ma le scelte fatte, da cosa sono state guidate? Con l’allentarsi del lockdown il miraggio della vita di prima sembra avvicinarsi, ma noi di Legambiente lo diciamo da tempo: #andràtuttobene se non sarà tutto come prima. A partire dalle scelte che facciamo a tavola. Ed ecco il nostro progetto: #iorestosano, e aiuto anche il pianeta.

L’iniziativa si inserisce nella campagna di Legambiente Change Climate Change e si sviluppa all’interno del progetto ECCO (Economie circolari di comunità), finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Vai alla pagina del progetto

IN SINTESI

  • Non esiste una ricetta alimentare contro le infezioni virali, tanto meno contro il Coronavirus: però una corretta alimentazione e il mantenimento di uno stato nutrizionale ottimale potranno aiutarti a prevenire e nel caso a superare la malattia;
  • La riduzione della mobilità potrebbe ridurre la tua spesa energetica. Per evitare un aumento di peso, porta in tavola solo quello che hai deciso di mangiare, serviti una porzione giusta” di ogni portata e non aggiungere altro, riduci il consumo di bevande zuccherate e di altri prodotti ricchi di zuccheri, evita labuso di sale e di condimenti ricchi di grassi;
  • Soprattutto consuma almeno 5 porzioni al giorno di frutta e verdura, fonti di minerali e vitamine (particolarmente vit. C e vit. A) utili a rafforzare le difese immunitarie e la protezione delle vie respiratorie;
  • Sforzati di mantenere una regolare sia pur limitata attività motoria, ad es. cyclette, tapis roulant ma anche ginnastica a corpo libero 1 o 2 volte al giorno e cerca se possibile di esporre ogni giorno braccia e gambe al sole per 15-30 minuti per favorire la sintesi endogena di vitamina D;
  • Rifletti che la necessità di restare a casa e in famiglia può essere unopportunità per dedicare maggiore attenzione e un po' più di tempo alla preparazione di cibi più salutari e più gustosi, nel rispetto delle nostre tradizioni mediterranee: se ne gioveranno la salute ma anche lumore;
  • Non assaggiare durante la preparazione dei piatti e non mangiare mai in piedi e frettolosamente, ma apparecchia ogni volta la tavola: dedica tempo alla convivialità nei pasti perché momento di aggregazione con la famiglia e di utilità per incoraggiare i ragazzi ad avere ogni giorno unalimentazione varia ricca di frutta, verdura e legumi fornendo loro il buon esempio;
  • Fai in modo che i bambini ti aiutino nella preparazione del cibo: in questo modo eviterai noia e capricci ed è sempre più divertente e facile mangiare ciò che si è scelto e si è aiutato a preparare

Pubblicato il15 giugno 2020