Il ruolo del cittadino


Come attivarsi

Di fronte ad un'ipotesi di illegalità ambientale è necessario che il privato cittadino si attivi, poiché la sua conoscenza del territorio e l'interesse personale ad assicurare a sé ed ai propri cari un'adeguato standard di vita costituiscono la risorsa più preziosa nella lotta all'inquinamento.
Gli interventi più importanti in materia di tutela dell'ambiente sono stati spesso possibili grazie alle segnalazioni ed all'impegno di privati che hanno accertato determinati fatti.
Il cittadino consapevole dei propri diritti e dei propri doveri rappresenta così la presenza più importante sul territorio.
Occorre informarsi ed educare i più giovani al rispetto dell'ambiente dando loro le indicazioni necessarie per agire nel rispetto dell'ambiente.

Tutte le persone hanno diritto a manifestare liberamente il proprio pensiero, con tutti i mezzi leciti e senza che tale libertà di espressione possa ledere i diritti di altri soggetti o contravvenire a specifiche disposizioni di legge.

Si può:

  • scrivere una lettera ad un quotidiano;
  • rilasciare un'intervista;
  • inviare una comunicazione;
  • svolgere una manifestazione (con il rispetto di specifiche disposizioni di legge, la cui inosservanza può configurare ipotesi di reato anche di una certa gravità);
  • redigere e distribuire un volantino .

Va tenuto sempre presente che non è possibile assumere comportamenti offensivi o diffamatori se si vuole far valere i propri diritti.
Non ci si deve limitare alla protesta poiché risultati efficaci possono essere ottenuti attraverso iniziative formali quali:

  • inoltro di segnalazioni o esposti ai soggetti competenti ad intervenire in determinate situazioni;
  • la presentazione di denunce per fatti che possono configurare illecito amministrativo o penale;
  • l'esercizio di azioni giudiziarie davanti al giudice civile o amministrativo;
  • l'intervento nel procedimento penale.

Pubblicato il30 giugno 2011