Domenica 10 luglio torna la campagna europea Big Jump


Un tuffo collettivo per dire "Vogliamo più attenzione alla qualità dell'acqua di fiumi e laghi"

Torna il BIG JUMP, la campagna europea di European Rivers Network (ERN) per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla qualità delle acque e sul recupero della balneabilità nei grandi corsi d'acqua e per chiedere che venga tutelata la salubrità dei fiumi. La campagna era nata nel 2005 per chiedere alle amministrazioni di rispettare, entro il 2015, l'obiettivo di "buono stato ecologico" previsto dalla direttiva 2000/60. Purtroppo questo obiettivo non è stato raggiunto e in Europa soltanto il 43% dei laghi e il 53% dei fiumi presenta attualmente un buono stato ecologico, un risultato tutt'altro che positivo! Se guardiamo all'Italia la situazione è ancora meno confortante, poiché l'obiettivo è stato raggiunto solamente dal 35% dei laghi e il 40% dei fiumi.

L'appuntamento sarà alle ore 15.00 di domenica 10 luglio. In questa edizione si coglierà anche l'occasione per celebrare il 40esimo anniversario della direttiva 76/160/CEE sulla qualità delle acque di balneazione.

 

I fiumi italiani costituiscono un patrimonio importantissimo per il nostro Paese: paesaggi ed ecosistemi che contribuiscono a rendere unica l'Italia. Il corso naturale dei fiumi è, però, sempre più influenzato dall'azione antropica che ne altera l'habitat: realizzazione di manufatti e infrastrutture nelle aree golenali, abusivismo edilizio nelle zone di espansione naturale dei corsi d'acqua, cementificazione, prelievo abusivo di inerti dagli alvei, pesca illegale e inquinamento delle acque. Tutti interventi che hanno compromesso la qualità dei fiumi e al tempo stesso reso più fragile il territorio italiano.

Il fiume non può essere considerato "altro" rispetto al territorio in cui è inserito, esso vive in un territorio e lo fa vivere in un intreccio di equilibri che pone la sua radice nella notte dei tempi. Solo con il recupero di questo antico rapporto, attraverso un corretto uso congiunto suolo-acqua e una razionale destinazione d'uso dei territori, è possibile ritornare almeno in parte all'equilibrio perso e attenuare così i paurosi effetti degli eventi estremi con i quali ci toccherà fare i conti anche a causa dei cambiamenti climatici.

IL BIG JUMP PUÒ ESSERE L'OCCASIONE PER DIRE A GRAN VOCE CHE VOGLIAMO PIÙ ATTENZIONE PER I FIUMI E PER LE LORO ACQUE! Vi aspettiamo numerosi!

 

Ecco gli appuntamenti lombardi del 10 luglio 2016:

Dove

Quando

Chi

Referente

Cosa

Santuario delle Grazie - Monza (MB)

10/07/2016

Circolo di Monza

Atos Scandellari

Percorso in bicicletta nel Parco di Monza. 5 tappe alla scoperta di angoli del fiume

Molini di Gurone - Malnate (VA)                

10/07/2016

Circolo Legambiente Varese

Circolo Legambiente Malnate

Valentina Minazzi

 Alberto Minazzi

Big jump sull’Olona

ore 10: ritrovo ai Mulini di Gurone e trasferimento al “lido sull'Olona”

ore 11: Big Jump

ore 11.30: presentazione del progetto “L'anello sul fiume” con i ragazzi del campo di volontariato internazionale

A seguire incontro con i sindaci della valle “Rilanciamo l'ecosistema del fiume”.

 

Conclusione con il consueto ristoro al “Casello 10” con i prodotti dell'orto associativo.

Pavia (PV)

10/07/2016

Circolo di Pavia e circolo Terre d’acqua

Giovanni Fustilla (349 7208258)

Biciclettata da Pavia al ponte delle barche (a/r)

Rinfresco al lido di Pavia

Ore 13.30 tuffo nel Ticino

Bosco delle Querce, via Ada Negri - Seveso (MB)

10/07/2016

Legambiente Lombardia

Comune di Seveso

Oriana Oliva

Ore 16.15 Tuffo simbolico e rito energizzante

 

Scarica i volantini degli appuntamenti

 

Monza - Sulle sponde del nostro fiume

Varese - fiume Olona

Seveso - torrente Certesa

Pavia - fiume Ticino

 

Pubblicato il23 giugno 2016